Aggiornamento settimanale

Napolitano li sgrida sul Salva-Roma Boldrini e Grasso ai ferri corti

Scarica-barile, si chiama. E' quello che è andato in scena ieri, e malignamente riportato oggi su Repubblica, tra la presidente della Camera Laura Boldrini e il parigrado al Senato Pietro Grasso. Ieri, il presidente Giorgio Napolitano aveva sculacciato la seconda e la terza carica dello Stato, .... More »

Ncd, Carlo Giovanardi: "Berlusconi e Alfano pronti per un soggetto politico che unisca i moderati"

Dopo l'intesa tra Silvio Berlusconi e Angelino Alfano su un candidato comune per il Colle, starebbero per partire le grandi manovre per riunire il fronte dei moderati. Dopo lo strappo degli alfaniani e la nascita di Forza Italia, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe nascere un nuovo soggetto polit.... More »

Matteo Renzi, addio a Europa e Unità: si fa un suo giornale con il figlioccio di Giuliano Ferrara e altre firme vip

L’idea è suggestiva, un lampo nella notte dell’editoria. Matteo Renzi si fa un settimanale (il quotidiano costicchia, e di ’sti tempi porta un po’ sfiga) tutto suo. Meglio: il premier lavora a un giornale che lasci il Pd per strada, e onori l’indicibile «Patto del Nazareno». Tambureggia.... More »

Tsipras accordo con Anel, la destra anti-austerity

È stato raggiunto l’accordo per formare il nuovo governo greco tra la sinistra radicale di Syriza, trionfatrice delle elezioni di eri, ma con 149 seggi, due in meno della maggioranza assoluta, e la destra dei Greci Indipendenti, che ne hanno conquistati 13. Questo l’esito dell’incontro tr.... More »

Forza Italia, il nome "Berlusconi" può invalidare il voto

Non bastassero le divisioni interne, con il partito diviso tra «cerchio magico» dei fedelissimi e vecchia guardia, in vista delle Europee dentro Forza Italia cresce anche il timore di dover fronteggiare possibili contestazioni ai seggi. Il pomo della discordia è legato al nome «Berlusconi». Int.... More »

I 4 senatori a vita agitano Berlusconi: "Faccio cadere tutto"

Silvio Berlusconi fa il “falco”. Dopo la nomina di Rubbia, Cattaneo, Abbado e Piano a senatore a vita, il Cav teme un ribaltone. Il Pdl è sul piede di guerra. I “nominati” da Napolitano non convincono, soprattutto per il curriculum anti-Cav che si portano dietro. Così Berlusconi prova a prendere in contropiede Letta e lo mette in guardia da qualunque progetto politico che escluda il Pdl e il suo leader dai giochi.”Se cado io, cade Letta” –  All’orizzonte c’è il voto della giunta sulla decadenza da senatore così Silvio avverte: “Sarebbe disdicevole se il governo cadesse ma naturalmente non siamo disponibili a mandare avanti un governo se la sinistra dovesse intervenire su di me, sul leader del Pdl, impedendogli di fare politica”, ha affermato il Cav in collegamento con in collegamento con Bassano del Grappa dove è riunita una rappresentanza dell’Esercito si Silvio. “Pacificazione solo a parole” – Poi il Cav invoca ancora quella “pacificazione” promessa dal Colle e dalla sinistra, ma che nei fatti non c’è mai stata: “Abbiamo fatto le larghe intese, di pacificazione per vedere se si potesse mettere fine alla guerra civile, quella guerra fredda partita dopo il ’48 invece avete visto quello che e’ successo siamo ancora in mezzo al guado. Ora si ripete ancora la stessa situazione, perchè attraverso delle misure giudiziarie che nulla hanno a che vedere con la democrazia, si cerca di togliere di mezzo il sottoscritto che per vent’anni è stato considerato ed è ancora considerato un ostacolo insormontabile dalla sinistra per tenere il potere”. Letta “molla” il Cav – Ma Enrico Letta, dalla festa del Pd di Genova abbandona il Cav al suo destino: “Non ci sono margini di trattativa sulla decadenza da senatore per Silvio Berlusconi. La questione è molto semplice: non credo ci siano molti margini, la separazione tra il piano politico e giudiziario è necessario”, ha detto il premier aggiungendo: “Se il governo si mettesse ad occuparsi di altre questioni non farebbe il suo dovere” (I.S.)

Continue Reading

I 4 senatori a vita agitano Berlusconi: "Faccio cadere tutto"