Aggiornamento settimanale

Forza Italia, Silvio Berlusconi punta su Stefano Caldoro

Un volto nuovo per rilanciare l'immagine di Forza Italia. Silvio Berlusconi secondo le ultime indiscrezioni raccontate da il Messaggero e da il Giornale vorrebbe lanciare in tv Stefano Caldoro, governatore della Regione Campania. Il Cavaliere vede in Caldoro un interprete affidabile della linea poli.... More »

M5S, protesta alla Camera: Di Maio caccia i suoi compagni di partito

I grillini "fanno la storia": per la prima volta nel nostro parlamento, sospendono un voto di fiducia alla Camera. Lo "storico risultato" è stato raggiunto con un sit-in, durante il quale i deputati pentastellati protestavano contro il decreto legge Imu-Bankitalia, che stabilisce, tra le altre,.... More »

Silvio Berlusconi dà dell'uomo a Rosi Bindi

Silvio Berlusconi è al Quirinale per la cerimonia di insediamento di Sergio Mattarella. Il capogruppo di Fi Renato Brunetta gli porta Rosy Bindi per uno scambio di saluti. Il faccia a faccia sembra nascere sotto i migliori auspici con sorrisi reciproci. Poi il Cav esordisce: «Ho visto che ha vers.... More »

Grillo fa il capo popolo al corteo di Genova Stoppato dai dimostranti "Vai dietro prima donna"

"Mettiti in coda al corteo, non in testa". Dopo i risultati poco lusinghieri del M5s alle regionali in Trentino e Basilicata, Beppe Grillo deve aver pensato che la migliore occasione per uscire fuori dall'angolo mediatico-elettorale era mettere il cappello sulle proteste che infiammano la natia.... More »

Nasce il partito "Licenziare i dipendenti pubblici"

Dal Veneto arriva una soluzione per risolvere il problema della spesa pubblica: licenziare i dipendenti statali. Nel Nord Est, come racconta l'Intraprendetnte sta per nascere un movimento politico che ha nel nome il programma elettorale: "Licenziare i dipendenti pubblici". Così mentre si organi.... More »

I 4 senatori a vita agitano Berlusconi: "Faccio cadere tutto"

Silvio Berlusconi fa il “falco”. Dopo la nomina di Rubbia, Cattaneo, Abbado e Piano a senatore a vita, il Cav teme un ribaltone. Il Pdl è sul piede di guerra. I “nominati” da Napolitano non convincono, soprattutto per il curriculum anti-Cav che si portano dietro. Così Berlusconi prova a prendere in contropiede Letta e lo mette in guardia da qualunque progetto politico che escluda il Pdl e il suo leader dai giochi.”Se cado io, cade Letta” –  All’orizzonte c’è il voto della giunta sulla decadenza da senatore così Silvio avverte: “Sarebbe disdicevole se il governo cadesse ma naturalmente non siamo disponibili a mandare avanti un governo se la sinistra dovesse intervenire su di me, sul leader del Pdl, impedendogli di fare politica”, ha affermato il Cav in collegamento con in collegamento con Bassano del Grappa dove è riunita una rappresentanza dell’Esercito si Silvio. “Pacificazione solo a parole” – Poi il Cav invoca ancora quella “pacificazione” promessa dal Colle e dalla sinistra, ma che nei fatti non c’è mai stata: “Abbiamo fatto le larghe intese, di pacificazione per vedere se si potesse mettere fine alla guerra civile, quella guerra fredda partita dopo il ’48 invece avete visto quello che e’ successo siamo ancora in mezzo al guado. Ora si ripete ancora la stessa situazione, perchè attraverso delle misure giudiziarie che nulla hanno a che vedere con la democrazia, si cerca di togliere di mezzo il sottoscritto che per vent’anni è stato considerato ed è ancora considerato un ostacolo insormontabile dalla sinistra per tenere il potere”. Letta “molla” il Cav – Ma Enrico Letta, dalla festa del Pd di Genova abbandona il Cav al suo destino: “Non ci sono margini di trattativa sulla decadenza da senatore per Silvio Berlusconi. La questione è molto semplice: non credo ci siano molti margini, la separazione tra il piano politico e giudiziario è necessario”, ha detto il premier aggiungendo: “Se il governo si mettesse ad occuparsi di altre questioni non farebbe il suo dovere” (I.S.)

Continue Reading

I 4 senatori a vita agitano Berlusconi: "Faccio cadere tutto"