Aggiornamento settimanale

Renzi porta l'ex capo dei vigili urbani fiorentini a Palazzo Chigi

Da Firenze con furore. Antonella Manzione, ex capo dei vigili urbani fiorentini, approda a Palazzo Chigi. Per lei, come rivela Dagospia, è pronta la carica di capo del Dipartimento legislativo. Laureata in legge e docente a contratto di "diritto della polizia locale" in alcuni atenei, è autrice d.... More »

Il Veneto approva il referendum indipendentista

La commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale veneto ha approvato sia il progetto di legge che chiede l’indizione di un referendum sull’indipendenza, sia un documento che impegna il governatore Luca Zaia a promuovere un’ulteriore consultazione sulla possibilità che il Veneto div.... More »

Fondazione An sfratta i giovani di destra: in affitto i luoghi simbolo della destra

La Fondazione An ha bisogno di soldi e mette in fitto i gioelli di famiglia. Un bando, pubblicato sul sito di quella che fu Allenaza Nazionale, parla chiaro: si cercano inquilini disposti "ad utilizzare onerosamente (sottolineato, ndr) gli immobili riconducibili alla Fondazione". Tempi di spending r.... More »

Alfano e gli "inutili idioti" di Forza Italia: ecco con chi ce l'ha

Con chi ce l'ha Angelino Alfano quando parla di "inutili idioti" in Forza Italia? Le parole durissime del leader del Nuovo Centrodestra contro gli ex compagni nel Pdl prendono spunto dalle battute, a loro volta feroci, di Silvio Berlusconi venerdì in Sardegna, quando definì "utile idiota" .... More »

Governo, dopo le dimissioni di Fassina, Letta pensa ad un rimpasto

Dopo le dimissioni di Stefano Fassina da viceministro dell'Economia, inutile negarlo nel governino di Letta è caos totale. Il 2014 si è aperto col botto. E il premier ormai ha i giorni contati. Matteo Renzi, mentre Letta si occupa di fare il premier, va avanti nelle trattative per le rifor.... More »

I 4 senatori a vita agitano Berlusconi: "Faccio cadere tutto"

Silvio Berlusconi fa il “falco”. Dopo la nomina di Rubbia, Cattaneo, Abbado e Piano a senatore a vita, il Cav teme un ribaltone. Il Pdl è sul piede di guerra. I “nominati” da Napolitano non convincono, soprattutto per il curriculum anti-Cav che si portano dietro. Così Berlusconi prova a prendere in contropiede Letta e lo mette in guardia da qualunque progetto politico che escluda il Pdl e il suo leader dai giochi.”Se cado io, cade Letta” –  All’orizzonte c’è il voto della giunta sulla decadenza da senatore così Silvio avverte: “Sarebbe disdicevole se il governo cadesse ma naturalmente non siamo disponibili a mandare avanti un governo se la sinistra dovesse intervenire su di me, sul leader del Pdl, impedendogli di fare politica”, ha affermato il Cav in collegamento con in collegamento con Bassano del Grappa dove è riunita una rappresentanza dell’Esercito si Silvio. “Pacificazione solo a parole” – Poi il Cav invoca ancora quella “pacificazione” promessa dal Colle e dalla sinistra, ma che nei fatti non c’è mai stata: “Abbiamo fatto le larghe intese, di pacificazione per vedere se si potesse mettere fine alla guerra civile, quella guerra fredda partita dopo il ’48 invece avete visto quello che e’ successo siamo ancora in mezzo al guado. Ora si ripete ancora la stessa situazione, perchè attraverso delle misure giudiziarie che nulla hanno a che vedere con la democrazia, si cerca di togliere di mezzo il sottoscritto che per vent’anni è stato considerato ed è ancora considerato un ostacolo insormontabile dalla sinistra per tenere il potere”. Letta “molla” il Cav – Ma Enrico Letta, dalla festa del Pd di Genova abbandona il Cav al suo destino: “Non ci sono margini di trattativa sulla decadenza da senatore per Silvio Berlusconi. La questione è molto semplice: non credo ci siano molti margini, la separazione tra il piano politico e giudiziario è necessario”, ha detto il premier aggiungendo: “Se il governo si mettesse ad occuparsi di altre questioni non farebbe il suo dovere” (I.S.)

Continue Reading

I 4 senatori a vita agitano Berlusconi: "Faccio cadere tutto"